Dating -

Finalmente, il segreto del miglioramento personale è stato rivelato

  • Copyright USA registrato, Angela Butera Dickson, 2004
    ZZZZZZ

titolo: “Non giudicare” e un luogo, non un verbo
autore: Dr. Lynella Grant
source_url:http://www.articlecity.com/articles/self_improvement_and_motivation/article_2417.shtml
data_salvato:2007-07-25 12:30:18
categoria:auto_miglioramento_e_motivazione
articolo:

L’ammonizione “non giudicare” e stata portata a livelli ridicoli nella vita moderna. Anche il comportamento piu assurdo, inopportuno o egoistico e considerato un PASS da coloro che sono determinati a non criticare. Il discernimento viene buttato via volente o nolente per evitare l’apparenza di essere giudicanti o riluttanti a capire.


Siamo tutti piu poveri per questo, poiché le sfumature rilevanti del pensiero e del comportamento passano decisamente inosservate.
Sembra nobile e aperto dichiarare: “Non giudichero”. La dichiarazione implica: Non penso di essere migliore di te. Il mio comportamento non e diverso dal tuo. Implica inoltre che gli standard esterni non si applicano. Tutte le parole e le azioni sono uguali.
Il rifiuto di giudicare e diventato l’obiettivo incontestato e degno (vedi, questa e una parola “giudizio”). Un’affermazione di fatto (anche se totalmente vera) che suona minimamente giudicante porta un rimprovero immediato da tutte le direzioni: “Non giudicare!
Questa frase definisce la nostra cultura – con tutti impegnati a non giudicare… o notare… o difendere qualsiasi nozione che potrebbe essere interpretata come “migliore”, o “superiore”, o “buona per il mondo”.
Il ragionamento e questo: Giudicare qualcun altro e male (ops, una di quelle maledette parole di giudizio, anche se di solito e permesso in questo caso)(Impara di più riguardo adultfrienedfinder).

https://www.youtube.com/watch?v=-4fwFxTsugk

Quindi mi rifiuto di farlo.
Invece, devo fare il contrario – cioe evitare di giudicare.
Cosi quando lo faccio sono buono e giusto (ancora una di quelle maledette parole).
Il problema e che questo e un esempio semplicistico di pensiero “o l’uno o l’altro” – giudicare contro non giudicare – scegliere tra opposti. L’uno o l’altro e un verbo – qualcosa che si fa. Tentare di fare entrambe le cose (evitando l’una o l’altra) suona meno giudicante, ma lascia paralizzati.
La frase “non giudicare” e stata totalmente fraintesa e male applicata. Non si tratta di fare (o non fare) qualcosa. Si riferisce a resistere all’impulso di giudicare (o no), in modo da poter essere liberi di provare qualcosa di completamente diverso. Si riferisce a un luogo dentro di te dove non e possibile giudicare.
Vai li. Disimpegnatevi momentaneamente dal cercare di cambiare o aggiustare le cose. Sospendete le vostre preferenze. Apprezzate cio che si sta svolgendo, senza il bisogno di capirlo. Ahaaaaaaa… Non c’e niente da fare. La pace regna.
Vedi, e un posto dentro – una consapevolezza, un posto di chiarezza. E il suo nome e NON GIUDICARE. Qualsiasi cosa ti faccia venire voglia di criticare o “aggiustare” te stesso o qualcun altro e un promemoria per andare li().
© 2005, Lynella Grant
ZZZZZZ

(
https://www.womenshealthmag.com/relationships/g19988460/life-changing-dating-tips/).

Posts from the same category:

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Copyright 2022 | Theme By WPHobby. Proudly powered by WordPress